top of page

Nel contatto fisico e nel massaggio a cosa serve creare connessione?

Quando si tocca un corpo si crea inevitabilmente una comunicazione. In quell'istante si crea una relazione che può portare a far vivere esperienze fuori dal comune.

Si muovono memorie, si espandono energie e avviene una comunicazione attraverso il corpo.

I corpi comunicano come fossero due antenne, attraverso le quali vengono scambiate informazioni.

È fondamentale conoscere come schermarsi per filtrare le informazioni e le energie in modo che ci sia esclusivamente evoluzione ed evitare che possano essere abbassate le vibrazioni nel contatto. A quel punto ci sarebbe una disparità e l'aspetto evolutivo del contatto sarebbe vanificato, bensì uno dei due si troverebbe in deficit.

Permettersi di essere consapevoli della connessione ci da la possibilità di "Sentire" e percepire in profondità l'altra persona.

Facendo questo possiamo cogliere informazioni utili per il benessere psicofisico di chi in quel momento è in relazione nel contatto.

Le percezioni vengono acuite e possono verificarsi fenomeni sia emotivi che energetici, il corpo in quel momento è esclusivamente il tramite di altri passaggi di energia, per questo spesso si muove, sussulta e sobbalza fuori dall'azione volontaria diretta.

La connessione è un'occasione per espandere il proprio stato di coscienza se avviene in modo consapevole e mirato.

Le tecniche F.r.e.e.l. racchiudono diverse modalità di gestione fisica ed emozionale. Oltre a questo portano la conoscenza per ottemperare l'energia sessuale.

F.r.e.e.l. è appunto l'unione di due termini fra i quali Feel, ovvero "Sentire", tutto ciò sottende la consapevolezza di entrare in relazione profonda con ciò che viviamo. Nel tatto, nel massaggio, nel contatto amorevole si possono espandere energie che spesso rimangono imprigionate e congeste nel corpo.



Commentaires


bottom of page