Perché non “possiamo dire”?

Perché alcune cose non si possono dire?

Perché di fronte ad un desiderio non possiamo semplicemente dar voce a ciò che sentiamo?

Ritorna il tema del Tabù, nel quale alcune cose non si possono nemmeno pensare...

Il Tabù, quella forte proibizione che l'infrazione porta a punizioni severe, in alcuni contesti sociali e storici, perfino alla pena capitale.

Pensare che in alcune situazioni c'è addirittura la proibizione a dire di "no", andando contro la propria natura stessa e alla scelta personale che dovrebbe essere sacra.

Quando si parla dell'ambito sessuale, prendersi la responsabilità di dire qualcosa diventa spesso un lusso.

Comunicare con il partner, o a sé stessi, quali sono i desideri significa dar voce a ciò che si sente ed è fondamentale.

Innanzitutto rafforzando la comunicazione si prende coscienza davvero di chi abbiamo accanto, ma soprattutto ci diamo il permesso di esprimere la nostra persona.

Non rimanere più in silenzio, non soffocare le parole, non affossare i desideri, ma portali a galla, falli emergere, esprimili!

Quel dito di fronte alla bocca, simbolo dello zittire, fallo solo per fermare i fermenti mentali che non ti permettono di essere ciò che sei.

Francesco.



©2017-2020 Francesco Sartori

Via Pio X, 82, 36022 San Giuseppe di Cassola (VI)

tel. +393489310575       P.I. 04860070285 

  • Grey Facebook Icon
  • Grey YouTube Icona
  • Grey Instagram Icona
  • Grey LinkedIn Icon
  • Grey Pinterest Icon
  • Grey RSS Icon